Close
sonia

La prima volta con Kris dagli occhi di Sonia

Oggi non sarò io a raccontare, ma sarà Sonia. Una donna bella e intelligente che un giorno particolare della sua vita decise di scegliermi come suo compagno di viaggio.

La mia prima volta con Kris

Ed eccomi qui alla soglia dei miei 35 anni nuovamente ad un bivio dopo l’ennesima porta in faccia ricevuta dalla vita! Da un po’ di tempo mi sembra di aver fatto solo scelte sbagliate e di aver speso energie in sogni inutili non realizzabili. Sono consapevole che la svolta non è dietro l’angolo e la prospettiva di giornate deprimenti e solitarie non fa altro che aumentare il mio malumore.

Ho voglia di svagarmi, di non pensare, di un brivido che mi riaccenda. Cerco qualcosa di insolito che ancora non riesco a concretizzare. Fino a quando capisco di aver bisogno di un’esperienza, qualcosa che mi distacchi dalla realtà a cui potermi abbandonare senza se e senza ma… anche se ancora non lo so, sto cercando Kris!

Come ho trovato Kris?

Comincio a navigare su internet e mi imbatto su siti di accompagnatori. Mi sento strana, sul serio sto cercando un escort? Alcuni siti sono sconfortanti, ma ad un certo punto noto un uomo elegante, sexy, dall’aria seria e decisa. Leggo qualcosa scritto da lui sul suo blog e penso “mi piace il suo stile, non sembra di quelli che vogliono venderti solamente il proprio corpo”. Intuisco qualcosa di più e allora timidamente prendo il suo numero e gli scrivo. Non so cosa aspettarmi, è la prima volta che contatto un escort e onestamente non so neanche cosa stia cercando, quindi mando il messaggio e attendo.

Istintivamente penso di aver fatto un errore, di aver agito di impulso come spesso faccio e mentre sono lì che rimugino sul mio gesto… lui mi risponde ed inizia a parlarmi con tono amichevole. Da come chatta sembra meno freddo di come appare nelle foto, ed è intelligente. Capisco subito che non è uno sprovveduto e forse lui capisce lo stesso di me. Mi affascina il suo modo di parlare, mi fa pensare che ci sia qualcosa oltre quello che sto leggendo. Non sono sicura di buttarmi fino in fondo in questa esperienza. Lui comprende la mia titubanza e propone un caffè in un noto bar del centro per conoscerci e rompere il ghiaccio.

Sono emozionata e impaurita allo stesso tempo, mi domando che diavolo mi è saltato in testa, ma la curiosità è troppa e dopo aver dato un piccolo ritocco al trucco, indosso il mio sorriso migliore e vado all’appuntamento.

appuntamento con Kris

Com’è stato il primo incontro con Kris

Lui è lì ad aspettarmi con la sua giacca chiara e jeans skinny, i suoi occhi blu mi fanno vacillare un momento ma rimango calma, quasi distaccata come se la cosa non mi interessasse. Parliamo del più e del meno come ad un primo appuntamento, ma al contrario di un vero appuntamento lui non tenta di sedurmi o adularmi. Anzi mi appare, saccente e sicuro di se, un po’ sulle sue e molto curioso della mia vita. Gli spiego cosa vorrei, ma gli confesso anche che in realtà sono impaurita e lui guardandomi dritto negli occhi mi dice “di cosa hai paura, che potrebbe essere bellissimo?”.

In realtà ho paura del mio giudizio su me stessa, di svegliarmi l’indomani e capire di aver fatto uno sbaglio. Io una donna bella e intelligente che per provare un brivido devo “comprare” un escort! Mi domando se la mia voglia di uscire dagli schemi mi stia portando su una strada troppo pericolosa eppure la cosa mi intriga e voglio vedere cosa può darmi di diverso un professionista rispetto agli altri uomini che ho già avuto e così, senza indugiare oltre, mi decido.

L’arrivo della sera…

La notte arriva in fretta, sono tremendamente nervosa. Nella mia testa ho immaginato la scena di lui che con la sua potenza maschile mi sbatte contro il muro togliendomi i vestiti, che guida la scena perfettamente a suo agio e padrone della situazione, indifferente (chiamiamolo professionale) rispetto alla donna che ha di fronte. D’altra parte io non sono altro che una cliente che paga per avere i suoi servizi e lui deve dimostrarmi di saper “fare l’amore” come nessun altro sulla terra visto che lo sto pagando. Questi pensieri mi mettono a disagio, generalmente sono io che gestisco la scena quando faccio sesso con gli uomini e la sensazione di non essere speciale per lui, ma di essere un lavoro, mi infastidisce non poco.

Il campanello suona, io sono vestita in modo casual con un intimo discreto così come faccio sempre, lui varca la porta e mi bacia con un bacio appassionato come se fossimo amanti…fidanzati, non me lo aspettavo! Apriamo una bottiglia di vino per creare l’atmosfera, lui sembra diverso, meno freddo e più tenero. Intravedo un lato quasi fanciullesco in lui che mi intenerisce e diminuisce le distanze tra noi; poi improvvisamente si fa serio mi cinge da dietro e mi bacia sul collo. Il suo profumo mi avvolge e inebria le mie narici.

Mi conduce in camera da letto. Stranamente non sono nervosa. Lui comincia a spogliarmi delicatamente, come piace a me, riempiendomi di baci e carezze. Mi guarda come se avesse visto una bella donna (lo sono sul serio, ma potrei comunque non essere il suo tipo!) eppure il suo sguardo appare sincero. Mi sfila le mutandine con tocco leggero e bacia il mio sesso come se stesse gustando un dolce frutto. I suoi gesti sono lenti e profondi, lui ha capito cosa voglio, ha capito che se si fosse imposto, io mi sarei chiusa in me stessa.

Perché mi sono sentita libera con Kris

E invece con Kris nel mio letto, con un escort nel mio letto mi sono sentita libera. Libera di esternare quello che sentivo, di dire cosa desideravo e lui quasi anticipandomi seguiva il mio ritmo. Quando i nostri corpi erano avvinghiati insieme, non pensavo a me con un escort, pensavo a me che “facevo l’amore” con un uomo, anzi con il mio fidanzato, sentendomi una donna desiderata e non una cliente. In quel momento mi sono sentita voluta e la mia mente si è staccata dal mio corpo, totalmente abbandonata al piacere continuo e perfetto datomi da Kris.

Lui è accoccolato vicino a me, sento ancora il suo respiro pesante e mi godo ancora qualche momento di illusione toccando il suo torace allenato. Torno alla realtà lentamente e sono cosciente di aver provato quel brivido che cercavo, quell’esperienza che mi mancava. Nessun giudizio su me stessa, nessuna recriminazione. Solo io e Kris in una notte bellissima da amanti…fidanzati, non me lo aspettavo!

Può interessarti leggere anche…

Io e Kris

_________

www.krisgigolo.com

Vivi il tuo sogno, ti accompagno io

+393882562824

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

© 2020 Kris Blog | WordPress Theme: Annina Free by CrestaProject.