Fantasie di coppia: amarle o temerle?

 Fantasie di coppia: amarle o temerle?

Fantasie di coppia

Iniziamo con una premessa: TUTTI hanno fantasie di coppia. Avere fantasie è la cosa più normale che esista, è proprio il cervello a dare origine ai principali impulsi sessuali che poi generano l’eccitazione e la voglia di congiungersi con il proprio partner.

Ci sono fantasie giuste e fantasie sbagliate? NO.

Semmai ci sono fantasie condivisibili e fantasie egoiste. Qualunque fantasia può essere considerata sana se non arreca danno a se stessi, al partner o altre persone coinvolte. Con questa frase possiamo dire (escludendo eventuali patologie) che finchè c’è la complicità e la condivisione con il partner, qualunque fantasia può essere vissuta.

Magari ci troviamo li nel letto ad immaginare la nostra compagna presa da più uomini, oppure mentre gioca con una donna. Oppure immaginiamo la propria coppia scambiarsi con un’altra coppia. Ciò che sembra trasgressivo e magnifico, poi in realtà si tramuta in angoscia e terrore. Da dove nasce la paura di condividere la nostra fantasia con il partner? Da dove nasce la paura di viverla realmente?

Ma quali sono esattamente queste paure?

Mille domande attenagliano la nostra testa: e se preferisce lui a me? Se mi ha chiesto questa cosa forse è stanco di me? E se poi quando fa sesso con me immagina lei? E se poi mi fa schifo e non voglio più toccarla? Se mi giudica un maiale perverso? E se poi non si fida più di me?

Paura del giudizio, delle conseguenze, delle inibizioni, tutto questo uccide la nostra fantasia e nei casi peggiori, ci fa addirittura sentire “sbagliati”.

In realtà molte di queste paure sono frutto di fraintendimenti. Fraintendimenti che nascono da incertezze, da clichè e da morali che ci obbligano a vivere la coppia in un modo predeterminato e da “temere” qualunque cosa che la faccia deviare dal percorso che ci hanno insegnato a seguire.

Sentiamo minacciato il nostro ruolo nella coppia, o peggio ancora temiamo che la fantasia possa portarci via il nostro amato partner.

paure fantasie di coppia

Ecco cosa succede nella nostra mente

Facciamo un po’ di esempi per capire più concretamente cosa accade nel nostro cervello. Seguiranno delle fantasie di coppia e contemporaneamente analizzeremo ciò che pensano rispettivamente i due partner.

Lui desidera: Vorrei portarla a fare un massaggio tantra con me e un altro uomo. Vorrei vederla fra due uomini mentre si abbandona e si concede al massimo piacere.

Lui teme: Non so come dirglielo. E se pensa che sono un pervertito? Se pensa che io sto facendo questo perchè la tratto come un oggetto e voglio svenderla ad un altro uomo? E se mi giudica sbagliato e il rapporto si incrina?


Lei propone: Amore ti andrebbe di fare sesso in tre? Ti va di chiamare un ragazzo da un sito di Escort?

Lui teme: Perchè mi chiede questo? Si è stancata di me? Vuole fare sesso con un altro? Non gli basto più? Mi vuole sostituire e umiliarmi davanti ad un professionista?

Lei pensa: Vorrei sentirlo mio complice mentre giochiamo come coppia e usiamo questo ragazzo come strumento per divertirci insieme, uniti nel piacere mentre il mio lui può farmi tutte quelle piccole fantasie che da solo non può realizzare. Vorrei che mi vedesse abbandonarmi ai suoi giochi erotici e mi usi come la sua piccola schiava di sesso.


Lui propone: Vorrei andare in un club di scambisti, vedere che situazioni si verificano, se qualche coppia ci avvicina! Sai, vivere insieme il brivido della trasgressione.

Lei teme: Ma che schifo è? Perchè vuole fare questa cosa? Si è già annoiato nel rapporto? Mi sta usando per barattarmi con un’altra e scoparsi la donna dell’altra coppia?

Lui in realtà pensa: Vorrei arrichire le esperienze di vita della nostra coppia, vorrei uscire un po’ dagli schemi e regalare un’esperienza stravagante al nostro rapporto per divertirci insieme. Vorrei condividere dei bei momenti dove magari la vedo giocare con l’altra donna oppure ci concentriamo tutti su di lei per darle un piacere infinito.


Lei desidera: Vorrei fare una cosa a tre, oppure con un’altra coppia! Magari di amici. Vorrei tanto proporglielo.

Lei teme: Ma se lo faccio e mi giudica una puttana? Se pensa che ho una cattiva morale e che queste cose le fanno solo le maiale senza un filo di amor proprio? E se si disinnamora di me?

Lui in reltà penserebbe: Wow che bella la mia donna, così trasgessiva ma allo stesso tempo così complice! Si mi fido di lei e sono pronto a realizzare la sua fantasia perchè vedo che lo fa per la coppia e non solo per se stessa.


Questi sono solo alcuni esempi che potrebbero avvenire nella nostra testa. Nella maggior parte dei casi “SBAGLIAMO” letteralmente ad interpretare le ragioni per cui il nostro partner ci propone qualcosa.

In altri casi invece ci auto-castriamo e temiamo di essere mal giudicati, schifati, allontanati, temuti dal nostro partner.

Il coraggio di comunicare

Saper comunicare è estremamente importante! Non bisogna aver paura di dire, di esprimere se stessi e di permettere al partner di conoscere anche i nostri lati più oscuri. Un solido rapporto si coppia è un rapporto che permette ai partner di compiere un lungo viaggio, anche nelle zone d’ombra della vita.

Le zone d’ombra sono zone dove la morale è difficile da applicare, dove le leggi di una coppia non valgono per un’altra, per questo bisogna sospendere abilmente il giudizio di massa e concentrarsi solo su cosa si vuole realmente vivere internamente.

Le fantasie potrebbero diventare frustrazioni

Se non vissute, le fantasie di coppia potrebbero nel tempo stringere in una morsa colui che le pensa. Sotto la pressione di essere giudicato o di vedere la propria fantasia infranta o negata, il partner si chiude in se stesso e la vive nella propria immaginazione. Quando torna alla realtà percepisce la frustrazione di non riuscire a farsi comprendere dal proprio partner e sente il peso della negazione come una condanna: condannato a non poterla mai vivere pur di rispettare il rapporto di coppia.

Sacrifici, compromessi, debiti morali, queste sono le emozioni che crescono nel partner, il quale si sente costretto a scegliere fra la libera espressione della sua trasgressione e la paura di far crollare il proprio rapporto di coppia.

In molti casi se non c’è la complicità del partner, e la fantasia non cessa di esistere nella mente di chi l’ha pensata, si rischiano tradimenti, conflitti di coppia, crisi e a volte l’inevitabile rottura o disinnamoramento.

Timori fantasie di coppia

Ma questa non è una mia fantasia! Perchè devo farla?

E qui che si sbagliano molte coppie! Non deve sempre e necessariamente trattarsi di vivere una fantasia propria! A volte è necessario anche provare piacere nel soddisfare le fantasie di coppia del proprio partner. Questo altruismo aiuta e rafforza il rapporto di coppia.

Quando vostro figlio vi chiede di andare alle giostre, a voi va di andarci? Vi va realmente di andare sul mini-pony o sul bruco-mela? Eppure quanto siete contenti nel vedere vostro figlio felice, mentre fa gli scivoli o mentre urla sull’ottovolante? Siete felici perchè state realizzando la sua fantasia e la sua gioia si tramuta nel vostro piacere.

Nel mondo delle fantasie il partner è come un bambino, sta sognando ad occhi aperti e vorrebbe vivere con voi una situazione che ha immaginato. Vorrebbe avere voi al suo fianco nel dare corpo a questo sogno che lo insegue da giorni o da mesi.

Non si tratta dire “A me non va perchè non è una mia fantasia”, ma si tratta di dire “Si lo faccio perchè voglio rendere felice il mio amore e perchè so che lui lo sta facendo per noi e vuole me al suo fianco”.

Siete alleati non rivali, nelle fantasie serve il massimo appoggio per renderle qualcosa di incredibile ed equilibrato. Non temetele, abbracciatele, comprendetele, ammiratele e vivetele con un pizzico di equilibrata e sana follia!


Se intendi affacciarti per la prima volta alle fantasie di coppia forse potresti iniziare con un Percorso Soft studiato su misura per voi.

Se invece sei interessato a vivere una fantasia non esitare a chiamarmi, parliamone insieme!

Potrebbe interessarti leggere anche…

altri post che potrebbero interessarti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *